Laurea in Interpretariato e Traduzione


Il mercato del lavoro ultimamente si è globalizzato e sono emerse molte figure professionali ad esempio il business interpreting, comunicazione interlinguistica in enti pubblici (tribunali, strutture sanitarie) ecc.

La Laurea in Interpretariato e Traduzione ha lo scopo di preparare gli studenti alla conoscenza di almeno due lingue straniere che dovranno essere parlate, scritte e comprese in modo ottimale.

Essa consente di accedere a nuovi ruoli lavorativi e si articola in due fasi: la laurea triennale (che prevede l'acquisizione di 360 CFU) e la laurea specialistica (che prevede l'acquisizione di 180 CFU).


Nel corso della laurea triennale,  cui si accede dopo il conseguimento del diploma di scuola superiore, si approfondiscono conoscenze di base come letteratura, grammatica e storia, oltre a linguistica e traduzione.

La maggior parte delle lezioni  sono frontali, e prevedono l’apprendimento di insegnamenti con la spiegazione del programma d’esame da parte del docente. In altri casi, invece, vengono  proposti seminari che consentono una partecipazione piu’ attiva.

La Facoltà è a numero chiuso e vi si accede attraverso un test d’ingresso che si svolge di solito prima dell’inizio dell’anno accademico.

Il  test ha lo scopo di verificare la conoscenza della lingua inglese e di un’altra lingua straniera oltreche’ la grammatica italiana e il livello di cultura generale. Il test è molto selettivo e tiene conto anche della motivazione del candidato. Il corso di Laurea è molto impegnativo in quanto la frequenza alle lezioni e ai laboratori è quasi sempre obbligatoria. Le materie d’insegnamento possono differire da un ateneo all’altro perché l’offerta formativa si rivolge a diversi settori lavorativi. Ogni istituto, infatti, istituisce specifici insegnamenti volti a fornire una conoscenza approfondita a 360 gradi su un particolare settore.

Gli idiomi materia di insegnamento potranno essere sia quelli parlati all’interno della Comunità Europea, sia quelli relativi a paesi extracomunitari ad esempio cinese, giapponese e arabo. Infatti negli ultimi anni, sono sempre più richiesti degli interventi di interpretariato e traduzione da parte di aziende private ed enti pubblici relativi a lingue straniere al di fuori del Vecchio Continente. Conoscere una di queste lingue permetterà di ottenere probabilmente un impiego più velocemente.

Gli sbocchi lavorativi sono molteplici:

traduttore simultaneo per meeting e conferenze a livello internazionale

ruoli presso università, CNR e diversi centri di ricerca; traduttore per enti pubblici (come tribunali, ospedali, enti locali) o per aziende private (uffici stampa, agenzie di doppiaggio, festival, web, tv e radio),doppiatore, revisore e curatore editoriale, lettore, consulente editoriale,  specialista nelle dinamiche interlinguistiche e di traduzione, imprese del turismo e agenzie congressuali.

Oltre allaLaurea triennale poi vi è la Magistrale e il Master ogni ateneo dispone di un’offerta formativa diversa per cui prima dell’iscrizione alla magistrale, bisogna valutare le opportunità che offrono tutte le università, in modo da intraprendere un percorso di approfondimento quanto più specifico e attinente al tipo di impiego che si vorrebbe avere ottenere dopo gli studi.

È consigliabile, data la tipologia di studio entrare nell’ordine di idee di idee di affrontare un’esperienza internazionale, che renderà ancora più ricco il cv.

Per quanto concerne la scelta dell’università in Italia sono diversi gli atenei che offrono dei corsi di Laurea in Interpretariato e Traduzione e la scelta deve tenere conto  di parecchi aspetti, come l’eccellenza del nome dell’istituto scolastico, il piano di studi, il curriculum disciplinare, i docenti e l’eventuale vicinanza o meno a casa.

Questa è la l’offerta:

Dipartimento di Studi Letterari, Linguistici e Comparati dell’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”

Facoltà di Interpretariato e Traduzione dell’Università LUSPIO

Facoltà di Interpretariato, Traduzione e Studi Linguistici e Culturali dell’Università IULM

Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell’Università degli Studi del Salento

Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell’Università degli Studi di Bari

Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell’Università degli Studi di Cagliari

Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell’Università degli Studi di Genova

Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell’Università degli Studi di Torino

Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell’Università degli Studi di Udine

Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell’Università di Pisa

Scuola Superiore di Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori dell’Università degli Studi di Bologna

Scuola Superiore di Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori dell’Università degli Studi di Trieste

 



Condividi il Post su
Facebook


Condividi il Post su
Linkedin


Commenta questo Post


Iscriviti alla NewsLetter
Invia