Pubblicare la propria tesi guadagnando

La nuova piattaforma  nel settore della salute e della formazione NurseTimes da la possibilità ai neo laureati di ottenere un compenso condividendo la tesi di laurea.

Questa nuova metodologia di condivisione /consultazione da la possibilità a docenti, studenti ecc. di accedere agli studi più aggiornati nel settore  sanitario.

La piattaforma è stata progettata per creare un ambiente collaborativo in cui studenti universitari e ricercatori possono condividere le proprie tesi di laurea, articoli, progetti di ricerca con un'ampia  comunità di professionisti medico/scientifici. Cio' dara' la possibilità di condividere conoscenze e competenze promuovendo una collaborazione tra accademici e professionisti della salute.

Per poter usufruire di questa opportunità si deve 

 accedere alla  piattaforma (link https://tesi.nursetimes.org/index.php) e registrarsi a questo punto si potra' caricare la propria tesi.

Bisogna inserire tutti i dati indicando Categoria, Titolo della Tesi e costo per ogni download che può variare  da 20 a 60 euro ed e' discrezionale inoltre si può  anche inserirla e condividerla gratuitamente.

"La redazione di NurseTimes, a seguito del primo download della stessa, corrisponderà il 50% dell’intero compenso come riconoscimento dei diritti d’autore. Il tesista avrà a disposizione – nel pannello di controllo fornitogli dopo la registrazione e dopo il caricamento della tesi – un prospetto contenente rispettivamente il numero dei download e il relativo importo riconosciuto nei termini indicati. Il pagamento avverrà a mezzo bonifico bancario con cadenza semestrale a partire dall’avvenuto caricamento della tesi, calcolando la somma degli importi maturati nel semestre."

Informazioni importanti:

le tesi trasmesse devono risultare originali e personali e non frutto di "copia/incolla" l’utilizzo delle fonti, deve essere  indicato con meticolosità sia che si tratti di fonti cartacee o che siano fonti elettroniche ( siti internet ecc...) le citazioni vanno distinte in dirette e indirette, e va sempre indicato l'autore. Anche le traduzioni da testi pubblicati non in lingua italiana sono citazioni e vanno quindi correttamente identificate. Appropriarsi di pensieri ed opere altrui anche se parzialmente  costituisce plagio se non si indica in modo idoneo l'autore.

"Ogni tesi di laurea caricata sulla piattaforma viene sottoposta a una rigorosa revisione da parte di esperti del settore per garantire l’affidabilità e la precisione dei dati. Questo processo di revisione contribuirà a garantire che solo le tesi di alta qualità siano disponibili per essere condivise."

Fonte: Nursetime.org

 


464 1